Le ricette di zia Franca

In ogni casa c’è una mamma, una zia o nonna che rappresenta la memoria gastronomica della famiglia.

Abitando da 11 anni a Bologna, ed avendo radici fortemente partenopee, ho attinto, per imparare la vera cucina casalinga bolognese, dalla persona che nella famiglia di mio marito Stefano rappresenta il punto di riferimento quando si parla di cucina: zia Franca che ancora oggi, a 94 anni, cucina divinamente, ed è allieva a sua volta della mitica nonna Ravenna che purtroppo non ho avuto il piacere di conoscere.

Il suo prezioso ricettario occupa un posto di rilievo nella mia cucina ed è per me la vera bibbia gastronomica bolognese.

Ci sono ricette di tutti i tipi, dal ragù alla torta di riso, passando per i ripieno dei tortellini.

Oggi vorrei condividere la sua ricetta proprio del ragù e riporto le parole esatte scritte di suo pugno nel prezioso ricettario:

Ingredienti:

250 gr. di macinato di manzo

250 gr. di macinato di lombo di maiale

100 gr. di pancetta dolce

odori sedano, cipolla, carota

passata di pomodoro

sale

pepe

½ bicchiere di vino bianco

latte

olio

burro

Preparazione:

Tagliare la pancetta a piccolissimi dadini, tritare gli odori, mettere a soffriggere in un tegame con un po’ di olio e burro e coperti devono cuocere bene, ma solo rosolati. Aggiungere manzo e lombo, sale e pepe e fare cuocere molto lentamente, quando comincia a rosolare mettere il vino, farlo asciugare, versare il pomodoro e continuare la bollitura fintanto risulterà un bel sugo denso (aggiungere latte a piacere).

 

La ricetta ha molte dosi ad occhio, come si fa quando si cucina in casa, ma vi assicuro che, presa la mano, il risultato è veramente ottimo… provare per credere.

Chissà se un giorno anche io riuscirò a tramandare questo sapere casalingo e genuino.

Non ho resistito e voglio suggerirvi anche la ricetta di un dolce, mostrandovi la pagina originale del ricettario che spiega come fare le frittelle di riso, una vera golosità di altri tempi.

 

15 settembre 2017

Lascia un commento